ALIMENTI

Come Operatore Kinesiologico non è possibile formulare diete o diagnosticare intolleranze o allergie alimentari (di pertinenza medica), ma attraverso l’uso del Test Muscolare è possibile individuare quali alimenti o sostanze, ingerite o che entrano a contatto con il nostro corpo, disorganizzano il nostro sistema abbassando i nostri livelli di energia, e quali invece aiutano ad innalzarli.

Nel riequilibrio energetico si prende in considerazione l’aspetto alimentare anche se il problema presentato dalla persona è di natura strutturale o emotivo, sempre secondo la regola del triangolo della salute, dove i tre aspetti Strutturale, Emozionale e Biochimico formano un’unità inscindibile. Un’alimentazione non adeguata porta ad un abbassamento del livello energetico con conseguenze che possono riflettersi sui tre aspetti del triangolo.

L’alimento non deve essere visto solo come un apporto di sostanze nutritive (proteine, carboidrati, vitamine, ecc..) ma anche come un rifornimento di Energia Vitale (QI). Nella Medicina Tradizionale Cinese, dall’alimentazione noi prendiamo quella che chiamano GU QI o energia dagli alimenti, che concorre a formare poi l’energia nutritiva e difensiva del corpo. Ogni alimento ha una sua vibrazione energetica, e questo influisce su come un corpo umano riesce o meno ad utilizzarlo per ottenere ‘carburante’.

Alcuni alimenti sono per noi un’ottima fonte di energia (alimenti biogeni), altri sono invece alimenti che la abbassano (alimenti biocidi), ad esempio un alimento che consuma più energia per la sua assimilazione di quella che dà successivamente al corpo. Un fattore rilevante nell’assimilazione degli alimenti è il nostro attuale livello di energia. Se il nostro livello di energia è basso a causa di vari fattori di stress (lavoro, relazioni malsane, ecc..) il nostro corpo non è in grado di assimilare al meglio alcuni alimenti che normalmente sarebbero per noi ottimali. Quindi aumentare l’energia attraverso il riequilibrio kinesiologico è importante come evitare o ridurre per un certo tempo l’assunzione degli alimenti biocidi evidenziati dal test.

Ogni essere umano è un mondo, e l’alimentazione è una cosa molto personale. In kinesiologia si cerca di rendere consapevole la persona se uno specifico alimento è per lei biogeno oppure biocida. Sarà poi la persona a decidere se mettere in atto ciò che è emerso dal test oppure no.

Considerando che ogni cambiamento, compreso quello dell’alimentazione, è uno stress per la persona, durante il riequilibrio si interviene anche sull’alleviamento dello stress causato dal mettere in atto un nuovo piano alimentare, anche se temporaneo, se dovesse essere necessario.

FATTORI AMBIENTALI

Attraverso l’uso del Test Muscolare è possibile anche verificare sostanze che portiamo a contatto con la pelle (saponi, detersivi, ecc…) e sostanze o fattori ambientali (piante, vernici, luci al neon, colori, onde elettromagnetiche, ecc…) e riequilibrare quando necessario.

Aumentando la nostra energia possiamo diventare più tolleranti nei confronti di determinati fattori ambientali, in altri casi è opportuno, se possibile, eliminare il fattore ambientale disorganizzante.

Ad esempio, se siamo influenzati negativamente dalle luci al neon, sarebbe opportuno sostituirle con altri tipi di luci che non causano disorganizzazione nel nostro sistema.

Non è semplice, in alcuni casi, riuscire ad allontanare un fattore ambientale negativo, vedi ad esempio le antenne delle reti cellulari o wi-fi. In questi casi, se non è possibile allontanarsi da essi, la scelta migliore è aumentare la propria energia e cercare diverse metodiche per schermarsi da questi fattori.