Quando proviamo dolore durante il movimento, tensione muscolare, oppure durante l’allenamento quando i muscoli non lavorano in modo omogeneo, col risultato di sviluppare di più un muscolo su un lato del corpo che il suo omologo sull’altro lato, è possibile che sia presente ciò che in kinesiologia viene chiamata Reattività Muscolare.

La Reattività Muscolare è di fatto un’alterazione della relazione dinamica fra due o più muscoli che si muovono contemporaneamente, principalmente sullo stesso piano di movimento, dove uno o più di essi tendono ad inibire gli altri. In presenza di questa alterazione è più facile andare incontro ad infortuni ed è più facile stancarsi durante il movimento.

Lo sviluppo di una reattività muscolare può avvenire principalmente per le seguenti cause:

  • quando svolgiamo sempre e ripetutamente determinati movimenti, ad esempio durante l’allenamento in palestra, durante il lavoro (digitare sulla tastiera, spostare casse, ecc..);
  • a causa delle posizioni inappropriate che si assumono durante un trauma, dove un muscolo tende a compensare l’impossibilità di utilizzarne altri;
  • abitudini motorie e posturali dovute anche a meccanismi di difesa emozionali.

Con il riequilibrio kinesiologico è possibile ripristinare la corretta comunicazione neuromuscolare, eliminando il ‘programma motorio’ che, a seguito di una delle cause precedenti, si era insediato nel sistema.

L’effetto del riequilibrio si può notare in un miglioramento della capacità motoria, rendendo il movimento più fluido e agile e nell’alleviamento o sparizione di tensioni o dolori muscolari che si manifestavano durante il movimento.